addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramlinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Meetup Carrara Message Board Acqua › Promozione ed incentivazione, dovunque sia possibile, di impianti di depuraz

Promozione ed incentivazione, dovunque sia possibile, di impianti di depurazione naturale delle acque reflue, come la fitodepurazione.

Meetup Carrara - M...
user 5473787
Group Organizer
Carrara, MS
Post #: 127
Questo spazio è dedicato alle discussioni sull'argomento:
Promozione ed incentivazione, dovunque sia possibile, di impianti di depurazione naturale delle acque reflue, come la fitodepurazione..

le discussioni dovranno essere finalizzate al come raggiungere l'obiettivo.
Saranno fondamentali gli esempi di Mozioni e Delibere Comunali, già adottate o presentate, dal Movimento 5 Stelle in altri Comuni, e non solo.

Dai il tuo Contributo!
Giacomo G.
user 2444419
Carrara, MS
Post #: 1,183
Proposta di Interrogazione:

In riferimento

alla sentenza della Corte di Giustizia Europea su ‘’norme inerenti la raccolta, il trattamento e lo scarico delle acque reflue urbane’’ a seguito di una procedura d'infrazione contro l'Italia poiché un centinaio di località, comprese anche famose località turistiche, non si erano e non si sono ancora adeguati agli obblighi imposti dalla direttiva Ue 271/91 la quale raccoglie le norme per preservare l'ambiente dagli effetti negative generati dagli scarichi fognari e la cui scadenza era stata fissata al 31 dicembre 2000.

Preso atto

che la Direttiva prevede l'obbligo di dotare gli agglomerati urbani con 15mila o più abitanti di reti fognarie con prestazioni sufficienti sia durante i cambiamenti stagionali che di carico in grado di garantire il prelievo di campioni rappresentativi, oltre alla presenza di impianti di trattamento biologico per la depurazione delle acque scure prima dello scarico.

Preso atto

Che i quotidiani locali ci informano di un guasto al depuratore della Fossa Maestra avvenuto il giorno 7 Luglio, con sversamento di liquame in mare. L’Arpat quindi ha prescritto al gestore del depuratore di rimuovere i fanghi, di ossigenare il corso d’acqua e di occuparsi della raccolta e smaltimento dei pesci morti, ed ha effettuato prelievi di campioni in varie zone del litorale per controllare l’inquinamento delle acqua in mare.

Preso atto che
l’Arpat ha reso noti i preoccupanti risultati del campioni effettuati il 7 e 9 luglio sul nostro litorale solo il 20 luglio. Le concentrazioni di Ostreopsis ovata, un’alga tossica che si diffonde in acque inquinate da scarichi fecali, sono risultate di circa 200.000-400.000 cellule/litro volte superiori al margine massimo di tolleranza, dettato dal Ministero della Salute, sulla presenza di questa alga è di 10.000 cellule/litro.
Essendo venuti a conoscenza
Che questa alga è tossica anche se si respira in riva al mare, perché in questa stagione le alghe sono in fase di fioritura, e si mescolano a micro particelle di acqua di mare che vanno naturalmente nell’aria. L’alga è invisibile perché microscopica, ma c’è, e se inalata, con il suo carico di pericolose tossine, può creare disturbi alle vie respiratorie, asma, irritazione agli occhi, vomito, mal di testa, e anche febbre, e come riscontrato in modo informale da diverse segnalazioni di farmacia che notano anomali aumenti di sintomi come sopra descritto.
Considerando
Che siamo in pieno Luglio e la stagione turistica è in primo piano, anche se non mancano dubbi sulla correttezza dell’informazione data circa la balneabilità e salubrità delle acque del nostro litorale.

Ritenendo
Che la situazione comporta un vero e proprio pericolo per la salute di tutti, Cittadini e non.

Chiede

- di ottenere informazioni relative alla conformità sulle prescrizioni della direttiva Europea degli impianti di depurazione acque del Comune di Carrara
- se il Sindaco, preso atto di un eventuale difformità alle prescrizioni, intenda avviare subito le opere di adeguamento alla direttiva e con quali termini temporali, per garantire una balneabilità sicura sotto il profilo sanitario.
- se ci sia intenzione di attivare l’Arpat ad un monitoraggio costante con comunicazione pubblica tempestiva dei dati sulla balneabilità del litorale
- al Sindaco come intenda attivarsi per garantire la salute pubblica dei Cittadini, in tutte le forme e modi in suo potere, e con quali termini temporali.




Giacomo G.
user 2444419
Carrara, MS
Post #: 1,659
Giacomo G.
user 2444419
Carrara, MS
Post #: 1,709
la stagione balneare si avvicina, cosa è stato fatto per il depuratore?
Anche quest'anno bandiera marron?
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy