addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Amici di Beppe Grillo - Modena e provincia Message Board FORUM IN LIBERTA' › Notizie dai Grilliromani (www.grilliromani.it)ILLUMINIAMO L'ITALIAmanifestaz

Notizie dai Grilliromani (www.grilliromani.it)
ILLUMINIAMO L'ITALIA
manifestazione nazionale a Roma
16 e 17 dicembre

A former member
Post #: 95
Il comunicato ufficiale dei Grilli Romani relativo alla manifestazione della Lista Civica Nazionale a Roma il 6 ottobre.

Comunicato stampa: Giù le mani dal V-Day!
"Dal V-Day alla Lista Civica Nazionale" così recitano i numerosi manifesti pubblicitari a Roma che pubblicizzano la Lista Civica per la Repubblica dei cittadini, manifestazione della Lista Civica Nazionale prevista per il pomeriggio del 6 ottobre in Piazza Farnese nella Capitale. In relazione al manifesto e al richiamo esplicito al V-Day, Gli Amici di Beppe Grillo di Roma, organizzatori del V-Day di Parco Schuster a Roma, si associano a Beppe Grillo che nel suo blog il 20 settembre ha pubblicato la seguente nota: "Mi segnalano un'iniziativa del 6 ottobre a Roma dal titolo "Dal V-Day alla Lista Civica Nazionale" di Roberto Alagna, Oliviero Beha, Pancho Pardi, Elio Veltri. Voglio informarvi che io non ho nulla a che fare con la Lista Civica Nazionale che viene proposta".
I Grilli Romani vedono con favore qualunque iniziativa che possa contribuire in modo critico a migliorare lo scenario "politico" della nostra Italia, come la Lista Civica per la Repubblica dei cittadini; ritengono comunque che il richiamo al V-Day nel manifesto pubblicitario possa risultare poco chiaro e induca i cittadini ad associare il V-Day con un'iniziativa politica e un movimento, la Lista Civica Nazionale, che non ha partecipato in alcun modo all'organizzazione dell'8 settembre a Roma in Parco Schuster.

Link comunicato in formato doc per word
Link comunicato in formato pdf

A former member
Post #: 96
Lunedì 8 ottobre: Sit-in a Roma contro il trasferimento del magistrato Luigi De Magistris

L'8 ottobre, a un mese esatto dal V-Day, gli Amici di Beppe Grillo di Roma tornano in piazza con il Comitato spontaneo Pro De Magistris (I Ragazzi di Locri Adesso ammazzateci tutti) per protestare pacificamente contro la richiesta di trasferimento del magistrato Luigi De Magistris da Cosenza inviata dal Ministro della Gustizia Clemente Mastella al Consiglio Superiore della Magistratura. "E adesso Trasferiteci tutti!" diremo in coro lunedì 8 ottobre dalle 9 di mattina alle 14 del pomeriggio. Mentre di fronte al CSM diRoma, in Piazza Indipendenza (noi saremo sul lato via Goito-via Casetelfidardo), si terrà un sit-in di una delegazione, su Piazza Esedra (piazza della Repubblica), lato Basilica S.Maria degli Angeli ci sarà il gazebo per la raccolta firme della petizione popolare pro De Magistris e per farci sentire forte dal CSM nel giorno in cui dovrà esaminare la domanda, del Guardiasigilli Mastella, di trasferimento del giudice accusato di metodi d'indagine non ortodossi.
Questa iniziativa del Meet-up di Roma e del Comitato spontaneo Pro De Magistris segue la manifestazione del 28 settembre scorso a Catanzaro e la petizione popolare a sostegno del magistrato che ha già raccolto 35mila firme solamente online.
Gli Amici di Beppe Grillo di Roma hanno aderito al Comitato e hanno partecipato all?organizzazione del sit-in a Roma perchè il principio di indipendenza della magistratura non può essere alterato o calpestato dalla politica.
E se vale in generale è ancora più grave se l'ingerenza politica, come in questo caso, viene commessa in una regione dove la commistione fra interessi privati di natura mafiosa e interessi pubblici è quotidianità.

E ADESSO TRASFERITECI TUTTI!

Link al comunicato in formato doc per word
Link al comunicato in formato pdf per stampa volantino



A former member
Post #: 180

AGGIORNAMENTI SUL CASO DE MAGISTRIS




La mattina dell'8 ottobre c'è stata la riunione prevista del CSM, a cui era presente il Magistrato Luigi De Magistris.

La decisione del Csm sul trasferimento cautelare di De Magistris richiesta dal ministro Mastella è stata rimandata al 17 dicembre.

Continua, quindi, la raccolta delle firme per la petizione "No al trasferimento del Dr. De Magistris", che, grazie a Mastella, si protrarrà fino a metà dicembre.

Il PM Luigi De Magistris in tarda mattinata è uscito dal CSM, ha attraversato Piazza Indipendenza e, non avendo auto di servizio, è salito su un taxi senza scorta, ma la scorta gliela abbiamo fatta noi con i nostri applausi.

Ci siamo poi spostati a Piazza Esedra.

Erano presenti Sonia Alfano, figlia del giornalista Beppe Alfano, ucciso da Cosa Nostra nel 1993, Aldo Pecora, di "Ammazzateci tutti".

Mentre sul palco scorrevano le testimonianze, al banchetto si raccoglievano le firme che nel corso della mattinata sono state oltre 400.

La cosa più bella è stata forse l'interessante risposta della gente, che si fermava a parlare ed a discutere dei volantini distribuiti.

Bella manifestazione, eravamo non molti ma impossibile essere di più la mattinata di un lunedì lavorativo. Molti i giornalisti presenti, magari per parlar male di noi, comunque positivo che la stampa, tv e carta stampata, ci fosse quasi al completo.

I ragazzi di Locri di Aldo Pecora, Sonia Alfano e tanti altri rappresentavano la voglia di farsi sentire comune per tanti italiani.

Il rinvio al 17 dicembre è dovuto al fatto che il CSM deve esaminare circa 5000 pagine, ma fa capire che i motivi di urgenza invocati da Mastella evidentemente non sono fondati.

Mastella il 20 settembre ha richiesto l'allontanamento di De Magistris facendo riferimento solo all'inchiesta sulle "toghe lucane"; il 4 ottobre ha sommerso il Csm con svariati faldoni per "nuovi fatti" che riguardano altre due inchieste: la "Poseidone" e la "Why Not", nella quale è indagato Prodi e il cui principale indagato è Antonio Saladino, intercettato al telefono proprio con Mastella.


Il Magistrato Luigi De Magistris all'uscita dal CSM



Sonia Alfano e Aldo Pecora



Sonia Alfano





È stata fatta un'intervista a Sonia Alfano:
http://it.youtube.com...­

­
Lettera di De Magistris



Qui sono reperibili i ­MODULI DELLA PETIZIONE
"NO AL TRASFERIMENTO DEL DR. DE MAGISTRIS

si possono scaricare e stampare, Mastella ci ha prorogato la raccolta delle firme fino al 17 dicembre biggrin

I moduli sottoscritti dai cittadini potranno essere inviati a mezzo posta possibilmente raccomandata a:


NUOVE PROPOSTE
VIA DALMAZIA n. 31/E
87100 COSENZA




Qui puoi firmare on line l' appello per la legalita' e la giustizia

Segnalo anche:

AMMAZZATECI TUTTI

RETE PER LA CALABRIA




A former member
Post #: 181

COMITATO PRO DE MAGISTRIS: CONTINUA IL NOSTRO IMPEGNO


Da: RETE PER LA CALABRIA


ROMA, 8 OTT - Il sit-in a Roma del Comitato pro De Magistris davanti al Consiglio superiore della Magistratura si è concluso alle 13,30 dell'otto ottobre con un intervento in Piazza Esedra di Aldo Pecora, portavoce del movimento antimafia "Ammazzateci tutti", Sonia Alfano, figlia del giornalista Beppe Alfano, ucciso da Cosa Nostra nel 1993, e di Emiliano Morrone, giornalista e autore, insieme a Francesco Saverio Alessio, del libro "La società sparente", sui rapporti fra 'ndrangheta e politica in Calabria.

''Con una straordinaria partecipazione di giovani, movimenti e associazioni provenienti da tutta l'Italia e con la fattiva collaborazione del gruppo romano di Beppe Grillo, il Comitato è detto in una nota - si è ritrovato in Piazza dell'Indipendenza alle 9,30 del mattino.

Da subito, una serie di annunci a favore della legalità in Calabria e in Italia da parte di Aldo Pecora, seguito da Francesco Precenzano, presidente dell'associazione "Gens" di Cosenza, e da giovani studenti e lavoratori venuti apposta dal Veneto, dalla Lombardia, dalla Campania e dalla stessa Calabria. Adesso, le firme raccolte contro il trasferimento del giudice De Magistris, titolare a Catanzaro dell'inchiesta Why not, nella quale, fra l'altro, è indagato il presidente del Consiglio dei Ministri con importanti politici e rappresentanti istituzionali, sono oltre 90 mila.

Nei pressi di Piazza dell'Indipendenza, mobilitazione generale per la raccolta di ulteriori firme, durante tutto lo svolgimento del sit-in. Molti passanti si sono uniti alla manifestazione e hanno aderito al Comitato, dimostrando che la questione etica è centrale in Italia e che la politica non può ignorare le reazioni dei cittadini, i quali ormai non si fidano delle rappresentanze". Il Comitato pro De Magistris ha "espresso fin dall'inizio grande fiducia verso il Consiglio Superiore della Magistratura, ribadita più volte nei ripetuti interventi di Aldo Pecora.

I tanti giovani presenti hanno espresso solidarietà verso il giudice, considerandolo "il difensore dei cittadini onesti e della legalità perduta nella nazione". La manifestazione, svoltasi con grande civiltà e senso di responsabilità, ha dimostrato soprattutto l'attaccamento delle nuove generazioni ai valori e ai principi della Costituzione. Verso mezzogiorno, è arrivata la notizia del rinvio al 17 dicembre della decisione del Csm sul trasferimento di De Magistris, che, uscito dal palazzo del Consiglio Superiore della Magistratura, ha ricevuto un'ovazione del Comitato, segno che forse certa magistratura sta supplendo molto bene la componente politica. Secondo i giovani manifestanti, "in una fase di precarietà nel lavoro e di incertezza generale, è fondamentale che si recuperi la trasparenza amministrativa e che la giustizia sia effettiva, concreta". Emiliano Morrone ha ribadito, rivolgendosi al Presidente della Repubblica, "garante per eccellenza", che "non possono esserci squilibri nell'ambito dei poteri dello Stato e che solo se è assicurata la legalità il Sud può sperare di non sparire". Sonia Alfano ha testimoniato in prima persona la sua vicenda di figlia d'un giornalista antimafia ucciso per il suo coraggio e rispetto alla cui morte non c'é ancora giustizia.

Ancora, la Alfano ha raccontato della "leggerezza" di Mastella, testimone di nozze di un mafioso, poi pentito. Aldo Pecora s'é dichiarato soddisfatto, insieme a tutto il Comitato, per la scelta di rinviare al 17 dicembre la decisione sul trasferimento di De Magistris. "Continuerà a tutto campo - ha ribadito Pecora - il nostro impegno per sostenere il giudice, cui deve essere permesso di ultimare l'inchiesta Why not; organizzeremo a Roma una grande manifestazione in dicembre, raccogliendo anche un milione di firme per impedire che De Magistris venga spostato da Catanzaro". Francesco Precenzano ha sottolineato che "ciò che sta ora avvenendo in Calabria potrebbe avvenire nel resto dell'Italia e che solo una convinta reazione collettiva all'abuso di potere può assicurare una sana ingegneria sociale".

L'appuntamento, quindi, è per la metà di dicembre, dove a Roma si ritroverà nuovamente il popolo di Internet, dei giovani e dei movimenti, per chiedere allo Stato di vigilare sul futuro della giustizia.






HA VINTO DE MAGISTRIS


Da: (ANSA). DED 09-OTT-07 14:48 NNN



CATANZARO, 9 OTT - Il rinvio al 17 dicembre della pronuncia della sezione disciplinare del Csm sulla richiesta di Mastella segna un punto a favore del pm di Catanzaro.

Se avessero voluto accogliere la richiesta del ministro lo avrebbero fatto già ieri. Ma quel che è più significativo è l'ampiezza del termine di rinvio deciso dal Csm. Posticipare l'esame della richiesta di oltre due mesi, infatti, equivale a fare venire meno i termini d'urgenza che Mastella aveva posto a base della sua richiesta di trasferimento del magistrato.

Il pm di Catanzaro, fino al 17 dicembre, avrà modo di proseguire le inchieste che sta conducendo sui reati contro la pubblica amministrazione e, in particolare, quella denominata Why Not in cui sono indagati esponenti politici di primo piano, con in testa il Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

In un certo senso, è stata data la possibilità al pm di Catanzaro, evitando di trasferirlo subito, di concretizzare il lavoro che ha svolto negli ultimi mesi. Anche se per Why Not, considerata la sua complessità, sarà difficile che entro il 17 dicembre si possa giungere alla conclusione dell'inchiesta.






A former member
Post #: 633
Siamo stati ieri alla Questura di Roma.

Considerate le feste imminenti, non è stato facile ottenere una piazza che desse una adeguata visibilità alla manifestazione. Tuttavia la nostra organizer ha saputo effettuare una lunga e convincente trattativa, appoggiata anche da noi, e finalmente siamo riusciti ad ottenere Piazza della Madonna di Loreto. Questa piazza si trova sulla sinistra di Piazza Venezia guardando l'Altare della Patria ed ha quindi un particolare valore simbolico per gli scopi della manifestazione.


Contro il trasferimento di
Luigi De Magistris
contro il trasferimento di
Clementina Forleo
e per tutti noi che crediamo ancora nella legalità e nella giustizia



Manifestazione nazionale a Roma


ILLUMINIAMO L'ITALIA



Il meet up di Roma organizza la manifestazione nazionale:


16 dicembre ore 14.30 - 18.00

Presidio in Piazza Madonna di Loreto affianco all'Altare della Patria (Piazza Venezia).
Tutti i partecipanti sono invitati a portare una candela per illuminare la piazza in segno di solidarietà.


17 dicembre ore 9.00 - 14.00

Sit in davanti al CSM a piazza Indipendenza (marciapiedi fra Via Goito e Via Castelfidardo).
Possono partecipare massimo 50 persone.




Per coordinare al meglio i due eventi, vi fornisco a nome di Serenetta queste indicazioni.

I meet up che partecipano sono pregati di indicare la loro presenza nei calendari del meet up di Roma:

per domenica 16:
http://beppegrillo.me...­

per lunedì 17:
http://beppegrillo.me...­

si registra un membro per meet up, indica come guests il numero dei partecipanti e come comment il meet up di appartenenza.

Contare le presenze è molto importante, soprattutto per la giornata di lunedì: infatti al sit in possono intervenire al massimo 50 persone. Qualora fossimo di più, dovremo dividerci ed occupare anche un'altra piazza, Piazza Esedra (con relativo permesso preventivo).

Inoltre per chi vuole fermarsi a Roma per entrambi gli eventi, siamo disponibili per l'ospitalità, ma anche in questo caso fateci sapere in anticipo:
http://beppegrillo.me...­






.
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy