addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Lombardia 5 stelle Message Board VI Commissione - Ambiente e protezione civile + Gdl Ambiente ed Energia › Commissione parallela AMBIENTE

Commissione parallela AMBIENTE

This message board is read-only.

ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,327
(apro parente : secondo me dovremmo creare tutte le discussioni con titolo della commissione parallela e puntinarle in cima a questa cartella, chiudo parente)


TOPIC per l'organizzazione della commissione ambiente.

Io mi sto occupando di acqua pubblica, a breve una relazioncinina che sto preparando.



ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,328
---------------

Valcamonica - da Oreste Pasina
(per non perdere un contributo via email, i cui contenuti purtroppo non sono fruibili a tutti, vi copio il suo testo)

"ciao ileana sarebbe interessante che la regione si adoperassein

1. una improrogabile pianificazione dei bisogni energetici della Provincia, tenendo conto dello sviluppo delle moderne tecnologie, dei consumi in atto e
di quelli previsti, delle quote di produzione già realizzate attraverso le varie fonti energetiche;

2. una revisione della normativa sugli incentivi (deliberazione n. 62/02 del 18 aprile 2002
dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas) per impedire che si continui a costruire piccole
centrali che senza di essi non sarebbero economicamente sostenibili e che contribuiscono per
una quota irrilevante alla produzione di energia, danneggiando sensibilmente il territorio;

3. la moratoria di tutte le nuove captazioni nel bacino del fiume Oglio nell'area della Valle
Camonica, in attesa della stesura del bilancio idrico integrato e della pianificazione dei bisogni
energetici;

4. la facoltà per i Comuni di esprimere parere vincolante in merito all'utilizzo delle acque,
eliminando il potere esclusivo che oggi hanno Enti lontani dal territorio e la costituzione di
organismi decisionali in cui siano presenti non solo gli amministratori locali, ma anche i
rappresentanti dei cittadini e delle loro associazioni, in quanto portatori di interessi diffusi e
bisogni sociali e collettivi;

5. la precedenza alle richieste di concessioni agli enti pubblici rispetto alle aziende private, per
impedire il prevalere di interessi economici speculativi e per favorire la difesa del territorio, che
dovrebbe essere interesse primario delle Amministrazioni locali;

6. la possibilità per i Comuni di accedere a finanziamenti specifici per la realizzazione di
centraline idroelettriche "comunali" e di usufruire di una durata della concessione di trenta
anni, limitando quella per i privati a quindici, fatti salvi per entrambi i vincoli relativi alla
protezione del territorio, in rapporto a quanto sarà previsto nel Bilancio idrico integrato;

7. un innalzamento generalizzato dei valori del MDV e un controllo dello stesso alla foce, in
modo tale che vengano rispettate le reali esigenze dell'alveo, in rapporto alla lunghezza,
larghezza, granulometria, permeabilità."

----------

ciao
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy